Klinker

Creato con la miscelazione di acqua e di argille pregiate come la caolinite e l’illite, ricche di allumina e di quarzo e provenienti dai grandi giacimenti della Germania, il klinker risulta essere uno dei prodotti ceramici per pavimenti più solidi e resistenti. L’impasto viene prima depositato in silos per la stagionatura e poi viene sagomato in impianti di trafilatura, per ricavarne piastrelle o mattoni con spessori da 9 a 25 millimetri e per definire le forme.

I pezzi prodotti sono poi caricati su dei carrelli e portati negli essiccatoi, in modo da far smaltire l’umidità in eccesso, che ne comprometterebbe la qualità. La fase finale è quella della cottura che dura ben 34 ore, in forni a tunnel o a rulli, ad una temperatura di 1250 gradi, affinché il materiale raggiunga una consistente compattezza.